Aerosol PIC Master 500

Aerosol con pompa a pistone. ... vai>>


Sfigmo automatico PIC BS 150

Misuratore di pressione automatico... vai>>


Glossario

Progetto Regione Lazio 'Guadagna in salute, risparmia gli sprechi'Glossario banca dati farmaci (sono le voci che compaiono nella videata della banca dati farmaci, voci su cui si clicca per avere una spiegazione rapida) Specialità medicinale E' il nome commerciale del farmaco, protetto da brevetto (per esempio Aspirina® o Moment®). Nel caso di farmaci generici, il nome è ricavato dal principio attivo contenuto nel farmaco. Confezione Indica il contenuto della scatola di farmaco in termini di unità, forma farmaceutica e dosaggio (per esempio 20 compresse 500 mg) Forma farmaceutica E' la forma esterna con cui si presenta il farmaco; sono esempi di forme farmaceutiche le compresse, le supposte, le fiale. Nella banca dati farmaci di Altroconsumo le forme farmaceutiche sono raggruppate in: forme orali (per bocca), oftalmiche (per gli occhi), otorinolaringoiatriche (per naso, orecchie, gola), parenterali (per iniezione), topiche (locali: pelle, capelli), rettali, vaginali. In genere la forma farmaceutica si indica in modo abbreviato: cpr sta per compressa, cps per capsula, supp per supposta, f per fiala, fl per flacone, polv per polvere, eff per effervescente. Prezzo al pubblico E' il prezzo di vendita al pubblico del farmaco, che deve essere stampato sulla confezione esterna. In caso di aggiornamento del prezzo, è compito del farmacista coprire il vecchio prezzo con quello nuovo aggiornato. Nel caso di farmaci che non richiedono la ricetta medica (SOP e OTC, venduti sia in farmacia sia in altri canali), il prezzo stampato è quello massimo di vendita. Spetta al singolo esercizio stabilire il prezzo di vendita al consumatore mediante un'etichetta adesiva. Prezzo unitario E' il prezzo della singola unità (per esempio: una compressa, una busta, una fiala), che consente di fare un confronto immediato tra le diverse confezioni di farmaci, quando si cerca l'equivalente meno costoso. E' stato ricavato solo per i farmaci di classe C, a totale carico del cittadino. Quota a carico del paziente E' il costo effettivo che il paziente deve sostenere per l'acquisto del farmaco: per i farmaci di classe C il cittadino paga il prezzo intero del farmaco per i farmaci di classe A il cittadino paga solo l'eventuale ticket o, nel caso esita il generico, la differenza tra il costo del farmaco di marca e il prezzo di rimborso nel caso in cui non ritiri il farmaco generico ma il farmaco di marca. Ticket Il ticket sui farmaci è stato introdotto solo in alcune regioni italiane. In genere il ticket è di 1 o 2 euro a confezione di farmaco, a seconda della regione. Ciascuna regione prevede inoltre un elenco di persone esenti che non devono pagare il ticket. Per dati aggiornati sui ticket e sulle esenzioni, collegatevi al sito di Federfarma. Classe Indica la classe di appartenenza di un farmaco ai fini del rimborso: classe A per i farmaci rimborsati dal Servizio sanitario nazionale e gratuiti per il cittadino (a parte eventuali ticket) classe C per i farmaci a totale carico del cittadino. Esistono farmaci di classe C che possono essere rimborsati in casi particolari: si dice che sono "in classe A con nota" (nella banca dati c'è una A/C) per intendere che se il medico, sull'apposita ricetta, scrive la nota AIFA di riferimento, il cittadino può ritirare il farmaco gratuitamente (a parte eventuali ticket). Nota La nota AIFA è l'insieme delle indicazioni, stabilite dall'Agenzia Italiana del Farmaco, che fanno sì che un farmaco di classe C, a totale carico del cittadino, sia inserito in classe A e quindi rimborsato dal Servizio sanitario nazionale solo in casi particolari. I farmaci che, a seconda dei casi, possono essere in classe A o in classe C sono farmaci autorizzati per diverse indicazioni, di cui solo alcune per patologie rilevanti; farmaci che possono prevenire rischi significativi solo in alcune categorie di persone; farmaci che si possono prestare a usi impropri. Solo il medico può decidere se per il paziente a cui sta prescrivendo il farmaco sia possibile applicare o meno la nota AIFA. Le note AIFA sono contrassegnate da un numero progressivo e sono periodicamente aggiornate dall'Agenzia stessa. Per l'ultima versione (2006-2007) delle note AIFA, collegatevi al sito. Ricetta Si distinguono essenzialmente due tipi di ricetta: la ricetta del Servizio sanitario nazionale (rossa o verde, detta anche "mutualistica"), che ha validità regionale, durata di 30 giorni escluso quello di emissione e serve per ritirare i farmaci gratuitamente (salvo eventuali ticket) la ricetta bianca, che serve per la prescrizione di farmaci a totale carico del cittadino. La ricetta bianca può essere non ripetibile (utilizzabile una sola volta in 30 giorni, ritirata dal farmacista alla consegna del farmaco) oppure ripetibile (utilizzabile 10 volte in sei mesi). L'indicazione, da parte del medico, di un numero di confezioni superiore all'unità esclude la ripetibilità della ricetta. Per farmaci come le benzodiazepine (per esempio Lorans, Tavor ecc.), che vengono prescritte dal medico in caso di ansia o insonnia, la ricetta è ripetibile solo 3 volte in un mese. Esistono anche la ricetta ministeriale speciale, usata per la prescrizione di sostanze stupefacenti e psicotrope, e la ricetta limitativa, che può essere prescritta solo da alcuni medici specialisti e da centri specializzati nella diagnosi e nel trattamento di alcune malattie. SOP La sigla SOP sta per "senza obbligo di prescrizione" e contraddistingue i farmaci di libera vendita che il farmacista consiglia al paziente per risolvere piccoli problemi di salute. Qualche esempio di farmaci SOP: la Tachipirina compresse o supposte, il Laevolac sciroppo. Questi farmaci si possono trovare sia in farmacia sia in altri canali di vendita. OTC La sigla OTC viene dall'inglese over the counter e individua i farmaci da banco, quelli che il paziente utilizza nell'autocura per risolvere piccoli problemi di salute. Qualche esempio di farmaci OTC: Moment compresse, Fastum gel, Sinecod sciroppo. Solo per questi farmaci è consentita la pubblicità diretta al pubblico (proibita invece per tutti gli altri farmaci). Questi farmaci si possono trovare sia in farmacia sia in altri canali di vendita. Fonte Altroconsumo. 2007



Can't open socket