Aerosol PIC Master 500

Aerosol con pompa a pistone. ... vai>>


Sfigmo automatico PIC BS 150

Misuratore di pressione automatico... vai>>


Home | Preparazioni domestiche

Preparazioni domestiche


Fitogalenica
Le preparazioni domestiche

I preparati erboristici sicuramente più conosciuti a livello popolare sono quelli ottenuti per estrazione acquosa a partire da droghe vegetali essiccate. Nonostante sia una pratica normalmente utilizzata anche a livello casalingo, è doveroso ricordare, ancora una volta, le differenze che intercorrono tra infuso, decotto e tisana, anche alla luce di un loro possibile utilizzo come terapia clinica complementare. Il comune denominatore è naturalmente il solvente d'estrazione utilizzato: l'acqua. Quello che cambia è la sua temperatura, il tempo di estrazione e il rapporto droga/estratto (Der). Nell'infuso questo rapporto varia da 1:100 a 10:100, ovvero per 100cc di acqua il quantitativo di droga può variare da 1 a 10g. Nella tisana aumenta il V di acqua utilizzata che passa a 1 L, per un quantitativo di droga che varia da 10 a 20g. In entrambe i preparati l'acqua, bollita di fresco, viene versata direttamente sulla droga e mantenuta a contatto fino quasi a raffreddamento. Per droghe più dure e legnose si opera invece la decozione. Da 5 a 10g di droga vengono immersi preventivamente in acqua a temperatura. ambiente (100cc). La stessa viene portata e mantenuta all'ebollizione per un tempo che varia dai 15 ai 40 min in base fino alla riduzione del liquido ad ¼ del volume iniziale, si filtra e si assume. Consigli pratici: tappare il recipiente durante l'estrazione per non disperdere le sostanze aromatiche volatili, non utilizzare strumenti metallici (meglio ceramica e vetro) che possono innescare reazioni di ox a carico dei p.a.. Le reazioni chimiche che si innescano invece tra i vari p.a. in ambiente acquoso e per effetto del calore non sono spesso prevedibili quindi il preparato non è standardizzabile. In Cina il decotto (Tang) è la formulazione ancora più utilizzata dalla Medicina tradizionale (MTC). Nel Tang, vista la varietà e il quantitativo considerevole di ingredienti utilizzati (minerali, animali, droghe vegetali anche velenose, per un q.tivo max che può raggiungere i 100g totali) sono molte le varianti che devono essere prese in considerazione. Il Der e i tempi di decozione all'interno della stesso preparato possono variare considerevolmente in base al tipo di droga o alla patologia cui il decotto è indirizzato. Sulle stesse droghe vengono operate usualmente 2 decozioni e i filtrati vengono poi riuniti e assunti in unica soluzione. Alcune droghe a mucillagini sono aggiunte chiuse all'interno di un sacchetto di garza, altre vengono decotte separatamente e aggiunte alla fine. Vengono presi in considerazione degli elementi come la potenza di fiamma con cui si fornisce calore al preparato. Numerosi tentativi di standardizzazione si stanno tentando a livello informatico per cercare prevedere il contenuto fitochimico di un decotto sulla base di informazioni teoriche riguardo il fingerprint delle droghe di partenza e le reazioni chimiche che i p.a. vegetali possono innescare in soluzione acquosa.

Zhang et al., Simulation Database System of the Active Ingredients in Compound Decoction of Chinese Medicine J Bioequiv Availab 2010, 2:6

Angelo Siviero
Farmacista esperto in Fitoterapia clinica
Aosta
Tratto da Fitoterapia33
Elsevier ed.


Can't open socket